AdWords: come essere davvero primi su Google

Voglio essere primo su Google quando le persone cercano…

Questa è la frase che sentiamo ogni volta che un cliente mette piede nella nostra Agenzia per rifare il Sito o rivederne l’indicizzazione.

Il desiderio di ogni imprenditore è giustamente quello di avere un sito web posizionato per primo nella SERP, ossia l’elenco dei risultati che Google mostra quando un utente fa una ricerca “pertinente” alla propria attività.

 

Non esiste solo la SERP nel 2017

L’indicizzazione non è più il solo mezzo per essere trovati dai vostri clienti, anzi… Negli ultimi mesi la struttura della pagina dei risultati è cambiata radicalmente!

L’elenco dei risultati organici non è più la prima cosa che un utente vede e, in molti casi, i risultati organici non sono nemmeno i secondi ad essere mostrati.
Infatti, la maggior parte degli utenti ora deve scendere verso il basso (molto, anche due scrollate di mouse) per vedere un risultato organico su un desktop; l’esperienza mobile è persino peggiore.

 

Ad esempio, se cerco “pulizia tappeti Milano”, io dal nostro computer abbiamo questa situazione:
– Risultati a pagamento (AdWords)
– Risultati di Google Map
– Risultati organici (“sotto la piega”)

Non vedo risultati organici almeno fino a metà della pagina.

E’ sempre stato così?
No. Anzi i risultati organici erano messi molto più in risalto dal Motore di Ricerca fino a febbraio 2016, quando Google  ha privilegiato i risultati a pagamento, spostandoli dalla barra laterale verso la parte centrale.

Il secondo motivo che ha influenzato la disposizione dei risultati sulla SERP è la crescente importanza dei risultati “local”, che a partire da settembre 2016 hanno ulteriormente mandato verso il basso i risultati organici, perché Google ha scelto di posizionare i risultati di Maps sotto gli annunci adwords.

Google ha due motivazioni che lo hanno spinto al cambiamento della pagina di atterraggio dei risultati:

  1. migliorare l’esperienza utente sul motore di ricerca
  2. aumentare notevolmente l’importanza di comprare spazi a pagamento con AdWords, unico vero strumento in grado di garantire il posizionamento in alto nella pagina dei risultati.

Investire in AdWords sembra ormai l’unico vero modo per essere primo sui motori di ricerca, ed in questo scenario è ancora più importante per una Web Agency saper conoscere questo strumento di Google come le proprie tasche, al fine di creare annunci efficaci, cliccati dagli utenti (CTR) e con un budget sostenibile.

Simona Bigazzi Autore

Project Manager e Web Marketing Strategist Google AdWords Certified Partner



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi